Il bdsm cosa è

Cerchi AVVENTURE EROTICHE nella tua città?

Iscriviti Gratis

Ti garantiamo 100% di anonimato, profili reali e verificati!

BDSM è un acronimo anglosassone di Bondage, Dominazione, Sadismo e Masochismo. Molti di voi si sentiranno incuriositi o addirittura sconvolti da questi termini. Parliamo di una sigla che ha trovato la sua popolarità negli Stati Uniti durante gli anni 80, per fare riferimento ad una serie di inclinazioni sessuali e giochi erotici caratterizzati da diversi elementi, ovvero il dolore, la dominazione di una persona su un’altra (con conseguente sottomissione di quest’ultima) e il sottomesso che deve essere soggetto a delle umiliazioni.

In questo caso, dunque, il dolore diventa una circostanza centrale del BDSM, che infonde piacere. Ciò non significa che chi pratica rapporti di questo tipo è un pazzo, parliamo solamente di persone che intendono vivere la propria sessualità in un’ottica diversa, sperimentando qualcosa di nuovo.

Nel BDSM non è indispensabile la componente sessuale, quindi l’orgasmo non deve essere necessariamente raggiunto. Lo scopo, d’altronde, è di raggiungere una certa soddisfazione mentale, sottomettendo il proprio partner e infliggendogli dolore per provocare piacere ed eccitazione.

Perché il dolore provoca piacere?

Nonostante a primo impatto il BDSM possa essere reputata una perversione malata, è bene considerare che le coppie che lo praticano regolarmente tendono ad avere un’intesa molto forte, anche migliore rispetto alle coppie definibili ‘tradizionali’. Qual è, dunque, il motivo dietro al piacere della sottomissione? Sicuramente la dinamica che lega dominatore e sottomesso è l’elemento principale.

Il sottomesso, dal canto suo, prova piacere nel fatto di poter soddisfare il proprio partner a pieno, mentre il dominatore si sente gratificato per il suo ruolo, che gli consente di godere di una grande libertà verso chi subisce l’umiliazione. Il BDSM, nonostante tutto, non è solamente dolore, infatti il dominatore darà qualche regalo in termini di tenerezze e coccole al proprio sottomesso, purché quest’ultimo abbia fatto tutto ciò che il dominatore gli ha chiesto. Pare che gli italiani che praticano il BDSM siano circa quattro milioni.

Come funziona il BDSM

Chi ama il BDSM è sempre qualcuno pienamente consapevole su ciò che desidera e su come ottenerlo, in particolar modo quando si parla di piacere. Ad oggi ci si serve soprattutto di siti di incontri sadomaso per dare sfogo alle proprie fantasie più recondite.

Come avrete ben intuito, nei rapporti BDSM si assumono dei ruoli specifici, ovvero una persona dominante, anche detta master o mistress, e una che subisce, comunemente chiamata slave. E’ anche possibile scegliere entrambi i ruoli e cambiarli a proprio piacimento, in questo caso si prende il nome di switch.

La regola fondamentale su cui si basano le pratiche BDSM è che entrambe le parti devono essere consenzienti, quindi nessuno deve sentirsi costretto a fare qualcosa eccessivamente umiliante, quindi, generalmente, si stabilisce sin dal principio cosa si vuole fare e cosa no. Moltissime coppie hanno una parola d’ordine da pronunciare quando è il momento di fermare la pratica, magari perché non piace più.

Se avete il desiderio di provare delle sensazioni nuove, come quelle del BDSM, e volete cimentarvi in pratiche del genere, è importante iniziare con qualcosa di semplice. Con questo intendiamo sculacciate e bondage soft, quindi farsi legare i polsi e le caviglie ai piedi del letto. Una volta presa la mano con i suoi meccanismi, potreste optare per qualcosa di più particolare, come frustini o altri oggetti del genere.

Cerchi AVVENTURE EROTICHE nella tua città?

Iscriviti Gratis

Ti garantiamo 100% di anonimato, profili reali e verificati!