Gino e Fausta: saldo del cambio olio pagato in natura

Cerchi AVVENTURE EROTICHE nella tua città?

Iscriviti Gratis

Ti garantiamo 100% di anonimato, profili reali e verificati!

Mi chiamo Fausta è sono una donna che ama vivere delle avventure incredibilmente erotiche e cerca sempre di trovare il modo giusto per dare libero sfogo a quelli che definisco come improvvisi attacchi di passione.
Proprio a causa di tutti questi motivi io ho vissuto una serata veramente unica grazie a Gino, il mio nuovo meccanico di fiducia, che mi ha reso eccitata e soddisfatta come non mai.

Una donna bollente alla ricerca di avventure

Sono una donna che all’apparenza appaio come tante altre, ovvero semplice, modesta, sempre con il sorriso sul viso e incredibilmente disponibile nei confronti delle altre persone.
Invece, mi definisco come la classica porcellina in cerca di fantasie sessuali che, periodicamente, cerca degli stimoli nuovi che mi permettono di avere la mia bella e vogliosa fica completamente soddisfatta.
Non di raro, infatti, sono stata la protagonista di alcuni gossip che mi riguardano in prima persona: nella mia città in molti sanno che io, che vanto il corpo di una ragazza, di tanto in tanto mi diverto a sedurre qualche giovane e soprattutto cerco sempre di godere quando possibile.
Un giorno come un altro, ho riscontrato diversi problemi con la mia automobile e dopo aver cercato una soluzione online per capire quale fosse la problematica, mi sono rivolta a un meccanico professionista per rimette a posto il mio veicolo.
Dopo aver contattato l’officina, a presentarsi a casa mia è stato Gino, un giovane meccanico dai capelli lungi e dal fisico perfetto, che ha svolto un intervento di manutenzione completa dell’auto.
Sono rimasta molto affascinata dallo stile di questo giovane e dal suo aspetto fisico al punto tale da iniziare a fantasticare su cosa avrei potuto fare con lui.
Poco dopo, facendomi coraggio e immaginandomi quanto avrei potuto godere, ho deciso di invitare il giovane a bere un drink fresco e come risaputo, quando io sono a caccia di giovani, decido sempre di adottare questa particolare tecnica per prendermi il piacere di conoscere i miei giovani partner.

Un drink gustoso per conoscersi meglio

Quel pomeriggio caldo avevo preso la mia nuova preda, Gino il meccanico, e mentre lo facevo accomodare nella mia dimora, avevo deciso di adottare tutte le mie tecniche di seduzione migliori, proprio per fare in modo che il giovane venisse attratto da me, una calda donna adulta.
Mentre ponevo le domande al giovane, mostravo le mie belle gambe lunghe e depilate e mi toccavo i capelli, mettendo poi in mostra il mio prosperoso seno grazie a dei semplici ma sensuali movimenti.
Gino si era accorto di questa situazione e con il passare del tempo sentiva una strana eccitazione e voglia di saltare addosso a me, che facevo tutto il possibile per incrementare la sua voglia di scoparmi.
Io, che so essere assai provocante, continuavo a stuzzicarlo con il mio corpo voglioso, per poi mettermi sempre più vicino a lui e mentre parlava gli accarezzavo la gamba e lui, quasi paralizzato, sembrava non riuscire a compiere nemmeno un movimento.
Per me, questa situazione, era molto eccitante visto che il mio obiettivo era proprio quello di prendere il controllo della situazione e fare in modo che il mio giovane partner si eccitasse ancora di più.
Con lo scorrere del tempo, avevo deciso di provocarlo ulteriormente, chinandomi per raccogliere una rivista e mostrando il mio bel culo nudo, visto che non indossavo l’intimo.
Gino era in preda ai pensieri più eccitanti e la sua mano si era mossa in automatico, sfiorando con delicatezza il mio caldo e voglioso culetto e sentendomi finalmente pronta, avevo deciso di fare un’offerta particolare al mio bel giovane meccanico, ovvero pagare in natura il cambio olio e la manutenzione dell’auto.
Per Gino quelle parole erano veramente eccitanti e lui, avendo sempre sognato di stare con una donna adulta, ha deciso di accettare la mia bollente e incredibile proposta.

La manutenzione di Fausta e l’olio di Gino

Sentendomi eccitata e felice di aver trovato un giovane con cui sfogare tutte le mie voglie sessuali, avevo subito deciso di togliere i pantaloni al mio giovane partner.
Non ho minimamente esitato e l’ho preso subito in bocca, senza ritegno e paura: essendo una vera porcella, il mio salotto di casa era il luogo ideale dove consumare un bel preliminare e fare in modo che il meccanico ben dotato potesse vivere un’esperienza senza limiti.
Credo di averlo fatto letteralmente impazzire dal piacere visto che non mi sono messa limiti e fin da subito ho giocato con la mia lingua mentre gustavo l’immenso cazzo del mio partner e Gino, invece, mi accarezzava la testa e i lunghi capelli e mentre lo faceva io stavo sperimentando delle sensazioni di estremo piacere, specialmente perché sentivo il cazzo di Gino gonfio, duro e voglioso di tanto sesso senza limiti.
Più venivo accarezzata e sfiorata con sensualità, più lo succhiavo e gli facevo diventare duro come il marmo al mio giovane partner.
Posso dire che uno con il cazzo così duro non lo avevo mai sentito in passato e dopo aver assaporato il bastone di Gino, decisi di andare nella mia camera da letto dove, sedendomi, metto una gambe sul petto di Gino e gli ordino di iniziare ad adorarmi i piedi per poi scendere verso la fica.
La bocca di Gino mi faceva eccitare, specialmente quando il ragazzo sfiorava con le labbra l’interno coscia: quella calda lingua mi faceva venire una matta voglia di scoparmelo subito, ma volevo gustarmi ogni singolo istante del nostro rapporto.
Dopo che mi ha sollevato il vestito, Gino ha utilizzato la sua lingua per regalarmi un momento di piacere estremo, facendomi sperimentare un grado di piacere che andava oltre ogni limite e quasi mai nessun giovane era riuscito in questa impresa, ovvero farmi gridare dalla goduria.
Per me quella bocca vogliosa e la lingua di Gino che mi leccavano la fica era veramente un momento di estremo piacere senza alcun confine.
Ripeto: stavo godendo e urlando dal piacere mentre Gino, eccitato, continuava a stuzzicarmi la fica e nel frattempo mi stimolava anche il bel culo sodo, aumentando il grado di piacere che fino a quel momento avevo sentito grazie a lui.
Eccitata e vogliosa di una cavalcata, mi sono posta sulle gambe del mio meccanico, stimolandolo completamente e facendogli provare delle sensazioni di goduria.
La mia calda fica lo faceva impazzire dal piacere visto che io, senza alcun timore e vergogna, mi faceva penetrare con tanta passione, trasformando ogni singolo istante in un momento di piacere intenso.

Per farlo impazzire maggiormente di goduria mi facevo toccare il prosperoso seno mentre mi facevo scopare la calda fica e questo mi eccitava maggiormente, rendendo il rapporto ancora più intenso e piacevole.
Gino aveva la banana dura come il marmo specialmente quando gli facevo toccare il mio voglioso petto.
Mi ero anche piegata per potermi far leccare le tette e raggiungere una goduria maggiore.
Non sazia di questo rapporto, avevo deciso di farmi prendere anche da dietro, sperimentando una sensazione di piacere che in pochi mi avevano permesso di sentire.
Gino, arrivato a questo punto, era completamente in preda al piacere e spruzzò dentro il mio culo e posso dire di essere rimasta davvero molto felice di aver sentito l’olio del meccanico dopo averlo trombato per diverso tempo senza alcun limite e vergogna.
Grazie a questo rapporto ero riuscita a farmi fare diverse altre manutenzioni e cambi dell’olio all’auto, che spesso subiva qualche danno improvviso proprio per soddisfare tutte le mie calde voglie.

Cerchi AVVENTURE EROTICHE nella tua città?

Iscriviti Gratis

Ti garantiamo 100% di anonimato, profili reali e verificati!