Voglia di strapon a Venezia ? Straponamatoriale è il sito adatto!

Padrona con strapon a Venezia l’esperienza

Trovare l’esperienza giusta in città non è mai semplice. Tra le complessità di
una società che si evolve, con persone che sempre più difficilmente tendono
ad aprirsi, la nascita di community on line che riescano ad attrare persone
con le stesse aspirazioni sessuali è di importanza fondamentale. Oggi
ascoltiamo la testimonianza di un nostro iscritto, Giorgio (nome fittizio;
nickname Giorgione85) libero professionista di Venezia.
Giorgio racconta la sua prima volta
Ciao ragazzi, mi chiamo Giorgio e sono un illustratore freelance e voglio
raccontarvi la mia esperienza con il sito straponamatoriale.com. Per certi mi
ha cambiato la vita, di certo è riuscito a migliorare il mio rapporto con questo
lato, che forse per troppo tempo ho cercato di reprimere. Ho passato un
periodo non troppo semplice nella mia vita qualche anno fa. Sono stato
lasciato dalla mia ex ragazza ed avevo cominciato a passare le serate
sempre con il bicchiere in mano, prima insieme ad i miei amici e poi finivo
sempre in compagnie con le persone più disparate e varie e molto spesso mi
lasciavano solo brutte esperienze. Una notte però accadde l’imprevisto e
comincia a parlare con una donna che mi portò a casa sua. Io ero davvero
ubriaco e non sapevo neanche dov’ero.

I dettagli piccanti che puoi provare su strapon amatoriale

Lei mi spogliò e mi ficcò nel culo un fallo di gomma per tutta la notte. Il
giorno dopo me ne andai senza neanche svegliarla perchè non sapevo
come gestire la cosa e scappai a casa. Nei giorni seguenti però non facevo
che pensare a quella esperienza e nel pensarci mi eccitavo tantissimo. Così
provai d’apprima a ricercarla, ma nulla.
Mi decisi così di provare a chiedere in giro, ma ero riuscito a trovare solo
donne di mezza età che me lo avrebbero dato solo per 100 euro ogni
mezz’ora. Io non avevo neanche tutti questi soldi da spendere, ma all’inizio
ero troppo attratto dall’idea di poterlo rifare, ma sono risultate tutte
esperienze deludenti e non facevano altro che farmi ripensare a quella notte.
Così mi decisi a cercare sul web e quando ho trovato straponamatoriale.com
è tutto cambiato. Cominciai a chattare con una ragazza che aveva come
nickname Dianexx. All’inizio sembrava dolce, ma decisa. Mi chiedeva
quotidianamente di inviarle delle foto del mio cazzo, ma lei non voleva
inviarmi delle sue foto; diceva che si sarebbe mostrata quando sarei stato
pronto a ricevere la punizione e diventare il suo schiavo. Io non sapevo di

preciso dove sarei potuto arrivare, ma tutta quella situazione e il suo modo di
fare non facevano altro che eccitarmi e spingermi a continuare a scriverle.
Un giorno ho trovato il coraggio e le ho inviato una mia foto in ginocchio e le
ho chiesto di essere punito. Lei accettò e mi invito a casa sua nella notte.
Era bellissima, alta e formosa e si era messo un reggi calze nero e un body
di pizzo.

Mi disse da subito che tutto quello che avremmo fatto sarebbe
rimasto li e che lei avrebbe acconsentito a rivedermi solo nel caso in cui
fossi stato bravo ed ubbidienti. Io acconsenti.

Cosi iniziò la mia esperienza di strapon a Venezia.

Mi disse di spogliarmi e di mettermi a novanta. Mi lego i polsi con delle
manette e le girò attorno ad un palo e mi legò anche le caviglie. Io non dissi
nulla. Ad un certo punto cominciò a frustarmi e cominciò a gridare: ” TI FA
MALE?” alla mia risposta affermativa lei andava più forte. Continuava a
chiedere urlando: “TI FA MALE?” e quando capii che non dovevo
rispondere, in quel preciso istante, mi ficcò uno strapon nel culo. Io ero
troppo eccitato e non potevo neanche toccarmi. Lei allora cominciò a
toccarlo lievemente con la sua frusta ed io squittivo dal godimento. Quando
cominciai a farle troppo pena lo afferrò in mano ed immediatamente lo feci
uscire tutto fuori.

Mi disse sussurrando: “Era davvero gonfio. Ci vedremo

presto, mio caro schiavo”. Io ero totalmente perso e riuscii a vestirmi con
enorme difficoltà. Non potevo credere a ciò che avevo provato e di quello
che mi ero lasciato fare, ma stavo benissimo e non ero mai sentito così
libero con me stesso come in quella notte.

Mi ero ripromesso che avrei continuato a frequentare quella donna finchè sarebbe stato bello e tutt’oggi
continuo a farmi possedere ed è sempre più eccitante e soddisfacente.

Vi ho raccontanto tutto questo perchè mi rendo conto della difficoltà che si
può incontrare sia nel parlarne che nell’avvicinarsi a certe pratiche. Mi
rivolgo soprattutto a voi, non siate spaventati da ciò che sentite, ma cercate
di liberarvi delle vostre angosce ed insicurezze e soprattutto provate con
questa community. Non vi deluderà.

Cerchi AVVENTURE EROTICHE nella tua città?

Iscriviti Gratis

Ti garantiamo 100% di anonimato, profili reali e verificati!

Lascia un commento