Il mio Primo Rapporto Lesbo

La prima volta che feci sesso con un’altra ragazza fù assolutamente incredibile.

LesboStemmo insieme per circa un anno e avevamo già fatto parecchie volte e spesso ci sentivamo in una chat per lesbiche. Mi ricordo benissimo la prima volta che mi baciò. Era la mia prima volta e non avevo mai baciato una ragazza prima quindi ero nervosa, ma una volta che iniziammo sapevo dentro di me che sarebbe stato per sempre. Ero ancora vergine e quando per la prima volta infilò un dito dentro di me io mi sentii subito bagnatissima. Iniziò a muoversi dentro e fuori della mia fessura e fui io stessa a gridarle eccitata di metterci dentro un secondo dito, implorandola. Lei mi sdraiò sul letto e mi allargò le gambe accontentandomi. Poi mise il palmo della mano rivolto verso di me e piegò le dita martellandomi proprio il punto G. Urlai di piacere, venendo calda sulla sua mano. Fù bellissimo.


Il nostro rapporto continuò e attraversammo un grande momento. Avevamo un sacco di sex toys con cui giocavamo mentre avevamo rapporti, ma un giorno le chiesi se potevamo comprare uno strap-on. Guardandomi mi disse che è un pene di plastica messo su una mutandina fosse una grande idea ed uscì di casa. L’attesa era pazzesca, non vedevo l’ora tornasse. Quando finalmente arrivò a casa, vidi il sacchetto di carta in mano. Volevo solo prenderlo e guardare dentro, ma lei si avvicinò a me e mi diede un bacio scappando in camera da letto. La seguii nella stanza sperando di riuscire finalmente a sbirciare, ma lei buttò la busta nell’armadio. Le diedi uno sguardo imbronciato. Lei mi guardò e disse che sarebbe andata a cucinare e che fosse stato meglio per me se non avessi guardato dentro la busta e che se lo avessi fatto, avrebbe riportato il contenuto al negozio. Le diedi uno sguardo supplichevole, ma mi baciò sulla guancia e uscì dalla camera. Quella sera cenammo e poi ci sedemmo sul divano a guardare un film.


Quando il film finì mi port in camera da letto e mi disse di mettermi nuda e di sdraiarmi a letto, mentre lei camminava verso l’armadio. Quando lo chiuse indossava il tanto desiderato strap-on. Sembrava così bella. Si mise in piedi sul letto e mi baciò appassionatamente facendomi bagnare, e aprendomi dolcemente le gambe mi penetr con quel penedi gomma. Inizi a spingere anche se io ero tesa per il dolore. Lei continuava a baciarmi e succhiare il seno. Mi lasciai sfuggire un forte gemito quando il fallo di gomma entrò tutto dentro, fino a quando il dolore sparì. Dopo pochi minuti ebbi l’orgasmo migliore di tutta la mia vita. Si fermò e strinse le braccia intorno a me fin quando non ci addormentammo insieme.

Lascia un commento