Ecco come riconoscere un Porno Amatoriale da un Fake

Nel mondo del web incappare in una truffa o in qualcosa di non realmente vero non è così difficile, bisogna quindi stare con gli occhi aperti e badare bene a cosa si fa. Soprattutto il settore porno ha questa pecca e quindi nel vedere i video di porno amatoriali si può rischiare di vederne uno che è un fake.

Accorgersene può non essere facile ma se la persona in questione che lo sta vedendo è un esperto del settore noterà le differenze. La realizzazione di un porno amatoriale avviene con mezzi adattati al momento, come un cellulare, una webcam, o un tablet. I più esperti invece si danno da fare con una telecamera ben posizionata evitando così i movimenti che risultano essere poco gradevoli a coloro che andranno a visionarlo.

A seconda di come sia stato la realizzazione del filmato, i protagonisti decidono o meno se renderlo pubblico su qualche sito web e ciò può portare a farlo diventare virale.

I video amatoriali fake:

Un video amatoriale fake è realizzato in maniera simile all’originale ma le differenze stanno nella preparazione con cui viene realizzato. Infatti esso di spontaneo ha ben poco, visto che i protagonisti possono essere guidati da qualcuno come sorta di regista e le attrezzature utilizzate possono essere assai migliori di un cellulare o webcam che sia. Rendere quindi un video amatoriale così, toglie tutto il gusto dell’improvvisazione e la spontaneità che i componenti all’interno possono avere.

Tende a diventare quasi un film dove ci sono dialoghi prestabiliti e posizioni studiate ancor prima di iniziare. Un altro fattore che rende fake un amatoriale è quando viene ripresa una scena sessuale in un contesto diverso da quello che è realmente. Per far capire meglio è giusto fare un esempio: Immaginate un ragazzo che corteggia una ragazza e dopo alcune avance riesce a finirci a letto e dare vita ad un atto sessuale di alta intensità erotica. Il tutto si perde se la ragazza che ha corteggiato in realtà era già in accordo con lui e quindi anche in questo caso il video più che amatoriale risulta essere un fake perché il tutto è stato preventivato prima che si partisse a girare la scena.

Video porno amatoriali fake, pubblicità e virus all’agguato:

privacyOltre ai finti filmati amatoriali ben organizzati, ci sono poi i classici virus che gli hacker pensano bene di nascondere sotto un falso play. I siti pornografici sono ricchi di materiale pubblicitario ed infetto poichè data l’elevata frequentazione è più facile trovare prede da ingannare. In base a ciò, i video fake perciò sono facilmente riconoscibili quando al momento del play si apriranno pagine che chiederanno di inserire il numero di telefono ed il gestore di appartenenza per sottoscrivere costosi abbonamenti.

Peggio ancora quando si tratta di virus che hanno la capacità di infettare in tutto in parte i dati presenti sul proprio computer, basterà un click sbagliato per contrarre un virus e consegnare in remoto l’accesso ai file rischiando di perdere la privacy e talvolta è difficile recupersare persino i dati.

Lascia un commento